NEW

I disturbi alimentari negli adolescenti

I disturbi alimentari negli adolescenti stanno progressivamente acquisendo rilevanza nella pediatria internazionale poiché di solito iniziano nell'adolescenza, sono associati a morbilità e mortalità significative e, sebbene ciò non sia stato oggettivato a causa della...

La dieta del post-Covid-19

La dieta del post-Covid-19, Attualmente, è evidente che gli operatori sanitari dovrebbero occuparsi dello stato di salute generale dei sopravvissuti al COVID-19. Infatti, nuovi risultati hanno identificato la sindrome post-COVID-19, che è caratterizzata da...

Celiachia ed ipertransaminasemia

Celiachia ed ipertransaminasemia. La celiachia (CD), nota anche come enteropatia sensibile al glutine o sprue celiaca, è definita come un'intolleranza permanente al glutine ingerito (i componenti proteici di deposito di grano, orzo e segale). Questa intolleranza...

Disturbo del gioco nei bambini

Disturbo del gioco nei bambini. La loro varietà e accessibilità si sono ulteriormente ampliate dall'introduzione di Internet, il che ha suscitato preoccupazione per i possibili effetti negativi su bambini e adolescenti. Diversi fattori creano un ambiente di gioco...

Diabete mellito di tipo 2

La prevalenza globale del Diabete mellito di tipo 2 (T2D) sta aumentando rapidamente, parallelamente all'aumento dell'obesità, alla riduzione dell'attività fisica / adozione di uno stile di vita sedentario e ai cambiamenti nella dieta verso comportamenti alimentari...

Uso degli antibiotici

Nel primo anno di vita provoca la celiachia?

Uso degli antibiotici. Si ritiene che il microbiota intestinale sia coinvolto nella patogenesi della malattia celiaca, unitamente alla componente genetica.

Il microbiota intestinale è fortemente influenzato dagli antibiotici sistemici, specialmente nelle prime fasi della vita. Abbiamo esplorato l’associazione tra esposizione a un antibiotico sistemico nel primo anno di vita e rischio di malattia celiaca.

Metodi:

Abbiamo eseguito uno studio di coorte osservazionale su scala nazionale.

Abbiamo incluso tutti i bambini nati in Danimarca dal 1995 al 2012 o in Norvegia dal 2004 al 2012.

I bambini nati in Danimarca sono stati seguiti fino all’8 maggio 2015 (l’età alla fine del follow-up era di 2.3-20.3 anni) e i bambini nati in Norvegia sono stati seguiti fino al 31 dicembre 2013 (l’età alla fine del follow-up era 1-10 anni).

Abbiamo raccolto informazioni mediche da oltre 1,7 milioni di bambini, tra cui 3346 con una diagnosi di celiachia.

Risultati:

L’esposizione ad antibiotici sistemici nel primo anno di vita è stata positivamente associata a malattia celiaca diagnosticata nella coorte danese e norvegese (odds ratio aggregato, 1,26, IC 95%, 1,16-1,36).

Abbiamo trovato una relazione dose-dipendente tra un numero crescente di antibiotici somministrati e il rischio di celiachia (odds ratio aggregato per ogni antibiotico dispensato addizionale, 1,08, IC 95%, 1,05-1,11).

Non era rilevante alcun tipo specifico di antibiotico o periodo di età entro il primo anno di vita.

Conclusione:

In uno studio nazionale su bambini in Danimarca e Norvegia, abbiamo scoperto che l’esposizione ad antibiotici sistemici nel primo anno di vita era associata a una successiva diagnosi di malattia celiaca.

Questi risultati indicano che l’esposizione infantile agli antibiotici sistemici può essere un fattore di rischio per la malattia celiaca.

Fonte: Sander SD, Nybo Andersen AM, Murray JA, Karlstad Ø, Husby S, Størdal K. Association Between Antibiotics in the First Year of Life and Celiac Disease. Gastroenterology. 2019 Mar 2. pii: S0016-5085(19)32507-7. doi: 10.1053/j.gastro.2019.02.039.

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!